Preghiera del bimbo... ...

 

Una madre vedova disse una mattina ai suoi cinque figlioletti:
-Cari bambini, oggi non posso darvi nulla da mangiare, perché non ho in casa ne pane ne farina e nemmeno un uovo.
Chiedete tuttavia l’aiuto al buon Dio che è ricco e potente. Egli stesso ha detto:
-Chiamami nel bisogno ed io ti salverò.
Il piccolo Matteo, un frugoletto di appena sei anni prese la via della scuola digiuno e molto turbato.
Passando per un giardinetto dove c’era una bella siepe, vide che era solo e si mise sotto un albero a pregare ad alta voce:
-Padre nostro che sei nei cieli, noi non abbiamo più nulla da mangiare.
La nostra mamma non ha più ne pane ne farina e neppure un uovo.
Dacci qualcosa per nutrirci, affinché noi e la nostra diletta mamma non moriamo di fame. Buon  Dio aiutaci. Tu sei ricco e potente, puoi certo soccorrerci e ce l’hai anche promesso.- Così pregò Matteo nella sua semplice ingenuità e si recò poi a scuola.
Quando tornò a casa, vide sulla tavola una grande pagnotta, una scodella piena di farina e un cestino colmo di uova. - Sia ringraziato il Signore! - esclamò con gioia -  il buon Dio ha esaudito la mia preghiera.
Dimmi mammina, è stato forse un angioletto a portare tutte queste cose dalla finestra?
- No, - rispose la madre - ma Iddio ha tuttavia ascoltato la tua preghiera. Quando tu lo invocavi nel giardinetto, la moglie del sindaco era dietro la siepe seduta sulla panchina. Tu non potevi vederla, ma lei ti ha visto, ha udito la tua preghiera e ha voluto mandarci tutte queste buone cose; è stata lei l’angelo, che, per mezzo del Signore, ci ha recato il soccorso.
Figli miei, ringraziate dunque il Creatore, siate contenti e nella vostra vita non dimenticate mai… …
 

  - Se in Dio avrete speranza, PREGATELO, vi aiuterà in abbondanza -