Più andavo, più mi svuotavo!   (poesia)

 

           Lo sapevo che esistevi, lo sentivo, lo vedevo nella natura:  

           “Terra, mare, sole e cielo stelle, fiori ….

           un bambino piccolino”.

           Tutto intorno mi diceva: “Dio esiste, Egli c’è!”.

           Ma dov’è?  Io mi chiedevo.  Ma dov’è?  Io ti cercavo!

          

  Quanti anni son passati e,  il mio vuoto non s’empiva.

  Più andavo, più mi svuotavo.  T’ho cercato a destra e a manca,

  t’ho cercato con le mie forze,  ma non c’eri – Dio – dov‘eri?

  C’eri sì,  ma io non intendevo!  ero duro e non udivo,

  ero chiusa e non sapevo ….

 

  Finalmente un colpo forte,  hai bussato nel mio cuore,

  ho udito,  ho capito!  Eri Tu,  io ti aspettavo,  ero pronta t’invocavo... ...

  Quanta morte dentro di me!

  Ecco,  ho aperto quella porta,  la stanzetta del mio cuore,

  la tua luce mi ha illuminata,  mi sembrava di sognare o,                    

  come fossi appena sveglia.

 

  La tua mano m’ha sorretta,  sollevavo le ginocchia,

  sollevavo la mia testa e,  il mio sguardo verso te… ...

  Son felice,  son serena,  son ripiena,  or son paga.

  Ora so perché sei morto… ...   Il Tuo sangue tutto sparso e,

  con quello mi hai lavata,  ora so chi sei per me!

  Hai creato tutto quanto,  i miei bambini Tu li hai fatti,

  perché m’ami Padre Santo!

 

  Grazie o Dio Onnipotente,  grazie a te con tutto il cuor,

  non più cerco a destra e a manca,  sei già dentro nel mio cuore.

  La mia anima è al sicuro,  niente scuro,  non più ombre,

  solo luce dentro di me.

 

  Hai salvato la mia vita dalla perdizione eterna,

  mi hai salvata e ora aspetto lo squillare della tromba.

  Sono pronta,  puoi venire,  sono pronta e scriverò

                                              le mie lodi a te Signor!                                           

                                                                           

 

                                                                                                   Rosa Battaglia Testa